I segreti dell'acciaio Tamahagane

Il tamahagane è noto per essere la materia prima delle spade giapponesi. Sebbene sia considerato l'acciaio più puro al mondo, il suo processo di produzione è limitato e lo stesso vale per i prodotti realizzati con il tama-hagane. Parleremo ora del motivo per cui il tama-hagane è considerato la migliore materia prima per le spade, dell'origine del suo nome e del perché si dice che sia di qualità migliore rispetto ad altri tipi di acciaio.

Presentazione dell'acciaio Tamahagane

katana en mains

Il tamahagane, noto come il materiale delle spade, è un acciaio prezioso che può essere prodotto solo in quantità molto ridotte con il metodo di produzione diretta del ferro tatara, noto come "metodo keraoshiho".

Sebbene il nome "tamahagane" abbia preso piede solo a metà del periodo Meiji (1868-1912), l'esistenza di un acciaio di alta qualità chiamato shirahagane (acciaio bianco), considerato equivalente al tamahagane, è stata confermata durante il periodo Tenmon (1532-1554).

La denominazione Tamahagane

Il Tamahagane è stato apprezzato fin dal periodo Edo (1603-1867) come un eccellente acciaio che può essere utilizzato come "hagane" (metallo per la lama) semplicemente forgiandolo, grazie al suo bassissimo contenuto di impurità e alla qualità uniforme del materiale.

Il nome "tamahagane" esisteva già nel tardo periodo Edo (1603-1867). A quel tempo, il tamahagane era una palla rotonda a grana fine prodotta dalla macinazione del kera, un materiale derivato dalla fabbricazione del ferro tatara.

Teorie sull'origine della parola "tamahagane"

Una teoria è che il termine derivi dalla parola "tama" (=biju).

Secondo un'altra teoria, quando gli arsenali dell'esercito e della marina richiedevano materiale per l'acciaio da crogiolo, venivano riforniti di tamahagane. Quest'ultimo era considerato di qualità inferiore rispetto all'acciaio da crogiolo (i rinomati acciai dell'epoca erano lo tsukuri-hagane o lo tsubuhagane). Tuttavia, la valutazione del tamahagane da parte dell'arsenale era sorprendentemente alta e il termine "tamahagane" veniva utilizzato per indicare l'acciaio di migliore qualità.

Una terza teoria è che il nome "tamahagane" derivi dal fatto che l'arsenale produceva palle di cannone (tama) con acciaio da crogiolo.

Il metodo della "pressatura dell'ottone" e il metodo della "pressatura della ghisa".

La materia prima del tamahagane è la sabbia di ferro masa, mentre il carbone di legna viene utilizzato come combustibile durante la produzione dell'acciaio. Esistono due metodi principali di produzione del ferro tatara. Il primo è il metodo kererae-oshi, che raffina l'acciaio in tamahagane e altri materiali ferrosi noti come mejiro (mejiro) e tsukuriko (tsukuriko).

Anche se non viene raffinato in grandi quantità, l'acciaio, a differenza della ghisa, ha un basso contenuto di carbonio e può essere battuto, trafilato e forgiato, oltre che temprato per renderlo più duro.

Un altro metodo di produzione del ferro è il "metodo della pressatura della ghisa" (zuukuoshi-bo). La ghisa è un materiale ferroso ottenuto con un metodo di pressatura. Grazie all'elevato contenuto di carbonio e alla facilità di dissoluzione, la ghisa veniva utilizzata principalmente come materia prima per la produzione di massa di oggetti come chiodi, pentole e attrezzi agricoli. Questo metodo è caratterizzato dall'uso della "sabbia di ferro akome" come materia prima per la produzione del ferro.

Il termine "Hitoyo" si riferisce all'intero processo di produzione del ferro tatara, dall'inizio del fuoco alla fine del processo. Si dice che nella prima generazione di tatara (chiamata anche "pressatura di tre giorni" perché richiede tre giorni e tre notti nel caso del metodo hite-oshi) vengano utilizzate circa 2,5 tonnellate di sabbia di ferro e 12 tonnellate di carbone di legna, ma solo circa 2,5 tonnellate vengono trasformate in tamahagane e solo circa 900 kg possono essere ottenuti come tamahagane di buona qualità. Questo dimostra quanto sia prezioso il tamahagane come materiale.

Qual è la differenza tra il tamahagane e l'acciaio comune?

homme avec deux sabres

In generale, la parola "ferro" è spesso associata a "acciaio". Ad esempio, gli utensili da cucina. Cucchiai, forchette, coltelli da cucina, padelle, pentole e altri utensili da cucina sono solitamente "prodotti in acciaio" realizzati in ferro.

Anche i grandi veicoli e i macchinari pesanti, come automobili, aerei ed escavatori, sono prodotti in acciaio. La maggior parte dei prodotti siderurgici che vediamo nella nostra vita quotidiana sono leghe ricavate principalmente dal minerale di ferro, e anche le sfere d'acciaio sono leghe ricavate dalla sabbia di ferro. Ogni tipo di acciaio si differenzia in base alla quantità di carbonio che contiene.

Durezza ottenuta per piegatura e forgiatura

Nel ferro raffinato, più alto è il contenuto di carbonio, più duro è il ferro, ma in proporzione è meno tenace. La "durezza" si riferisce alla capacità di rottura e più il ferro è duro, più è probabile che si rompa. Al contrario, più basso è il contenuto di carbonio, meno duro è il ferro, ma più morbido e più facilmente allungabile. Il ferro ordinario può essere piegato con relativa facilità quando si applica una forza, ma l'acciaio è così duro che non può essere piegato senza calore.

La spada giapponese era un'arma talmente forte da essere definita "infrangibile, indeformabile e affilata". Le spade vengono trattate in vari modi durante il processo di fabbricazione. Il Tamahagane, la materia prima utilizzata per la fabbricazione delle spade, è un acciaio molto puro con un contenuto di carbonio compreso tra l'1 e l'1,5%. Le impurità, presenti solo in minima parte, vengono gradualmente disperse e raffinate attraverso un processo chiamato "piegatura e forgiatura", in cui l'acciaio viene battuto, trafilato, impilato, battuto, trafilato e nuovamente impilato, ripetuto per circa 15 volte.

Le inclusioni non metalliche (ossidi, solfuri e altre sostanze non metalliche presenti nel metallo) del tamahagane sono estremamente morbide ed elastiche e lo rendono il materiale perfetto per le spade, in quanto rendono le spade giapponesi più forti attraverso il processo di piegatura e forgiatura, creano splendidi disegni sul ferro di base e migliorano l'affilatura. È davvero il materiale d'acciaio perfetto per le spade.

Tipi di Tamahagane per qualità

Yasukuni Tatara e Nittoho Tatara

La Nittoho Tatara (Associazione per la conservazione delle spade giapponesi), che opera tuttora ogni inverno nella città di Okuizumo, nella prefettura di Shimane, produce circa 1 tonnellata di tamahagane per ogni ciclo di produzione (una generazione); poiché il processo viene eseguito tre volte (tre generazioni) durante questo periodo, il tamahagane risultante è di circa 3 tonnellate e viene distribuito ai fabbri di tutto il Giappone. Il fatto che la lavorazione del ferro di tatara sia ancora in uso oggi è dovuto agli straordinari sforzi dei nostri predecessori.

A metà del periodo Meiji (1868-1912), con l'importazione di acciaio a basso costo da oltreoceano, la domanda di ferro giapponese diminuì notevolmente a causa della rapida diffusione del "ferro occidentale", che viene raffinato dal minerale di ferro e contiene molte impurità prodotte dai moderni metodi siderurgici occidentali. Le poche tecniche rimaste di pressatura del ferro (mashi-oshi) furono temporaneamente riprese come "Yasukuni tatara" dal 1933 al 1945 a causa della domanda bellica di spade militari, ma scomparvero di nuovo dalla vista pubblica dopo la sconfitta della Seconda Guerra Mondiale.

Dopo questo periodo il numero dei fabbri di spade diminuì drasticamente, ma alcuni continuarono a fabbricare spade dalla piccola scorta di tatara di Yasukuni.

L'Associazione per la conservazione delle spade d'arte giapponesi e Hitachi Metals (l'unico produttore di acciaio speciale rimasto) presero la situazione molto seriamente e nel 1977 decisero di chiudere il tatara di Yasukuni per consentire ai fabbri di continuare a fabbricare spade, ritenendo che "le spade giapponesi non sono armi, ma opere d'arte". Nel 1977, il sito dello Yasukuni Tatara, che era stato chiuso, è stato rinominato Nitto Tatara e restaurato fino ad oggi.

Gradi di acciaio Tamahagane

La produzione di ferro Tatara è stata ripresa dopo molti alti e bassi. Solo in epoca moderna sono stati assegnati dei gradi al tamahagane raro e di alta qualità prodotto.

Il tatara Yasukuni e il tatara Nittoho sono stati classificati secondo standard diversi, con il tatara Yasukuni che aveva quattro livelli di qualità: "gru", "pino", "bambù" e "prugna". Nel Nittoho tatara, la qualità è divisa in tre livelli: "1° grado", "2° grado" e "3° grado". Per la fabbricazione delle spade si utilizza il tamahagane della migliore qualità, come quello di 1° e 2° grado.

Lo standard per classificare la qualità del tamahagane nel Tatara Yasukuni è stato determinato dal contenuto di carbonio e dalle impurità. Il tamahagane di migliore qualità ha un contenuto di carbonio di circa l'1,5%.

Come per il tatara Yasukuni, i criteri di classificazione della qualità del tamahagane Nittoho Tatara includono il contenuto di carbonio e di impurità, nonché l'aspetto del materiale una volta raffinato in tamahagane.

I criteri per il tamahagane di qualità superiore sono un contenuto di carbonio compreso tra l'1,0% e l'1,5%, impurità molto piccole e una "superficie di frattura" (la sezione trasversale del metallo quando viene schiacciato) uniforme; per il tama-hagane di seconda scelta, un contenuto di carbonio compreso tra lo 0,5% e l'1,2%, impurità molto piccole e una superficie di frattura leggermente uniforme; e per il tama-hagane di terza scelta, un contenuto di carbonio compreso tra lo 0,2% e l'1,0%, impurità molto piccole e una superficie di frattura leggermente uniforme. I prodotti di terza qualità avevano un contenuto di carbonio compreso tra lo 0,2 e l'1,0% e la superficie di frattura era ruvida. Sebbene non sia disponibile un'analisi dettagliata delle componenti, si può notare che il tamahagane utilizzato per la fabbricazione delle spade è stato selezionato in base alle condizioni della superficie di frattura dopo la macinazione.

La Nittoho Tatara produceva circa 2 tonnellate di tamahagane per operazione (una generazione), di cui circa 1 tonnellata era tamahagane, e solo il 20% era tamahagane di prima qualità, il che dimostra quanto fosse prezioso il tamahagane usato per le spade.

Perché il tamahagane è un acciaio di alta qualità

grande lame de katana

Il tamahagane, prodotto dal processo di tatara, è un materiale con un contenuto di impurità e carbonio molto basso, che lo rende molto facile da lavorare.

Le impurità presenti nelle due materie prime, la sabbia di ferro e il carbone di legna, avrebbero normalmente un effetto negativo sull'aspetto e sulle proprietà del prodotto finito, ma le finissime impurità del tamahagane aumentano la tenacità e l'affilatura della lama attraverso la piegatura e la forgiatura.

A causa della sua rarità, oggi il tamahagane è usato raramente, tranne che per le spade giapponesi, ma esistono alcuni prodotti realizzati in tamahagane diversi dalle spade giapponesi, come coltelli da cucina e calzari.

Spade giapponesi realizzate con materiali diversi dal tamahagane

Ci sono altri motivi per cui il tamahagane è considerato il miglior materiale per le spade giapponesi. Grazie alla sua durezza, è più facile applicare al ferro di base un bel "motivo del bordo" (hamon: il motivo che appare sul bordo di una lama di spada quando viene temperato) e le sue proprietà di affilatura migliorano le spade più affilate e più belle.

Tuttavia, non è vero che una spada può essere fatta solo con il tamahagane. In effetti, esistono imitazioni di spade giapponesi che non utilizzano il tamahagane. Le spade in acciaio inossidabile o in ferro occidentale sono state testate e sono risultate di qualità quasi simile in termini di affilatura.

Tuttavia, le ricerche hanno dimostrato che la bellezza del disegno della lama e del ferro di base, così come la resistenza della spada stessa, non sono all'altezza di quelle del tamahagane.

Differenze evidenti tra l'acciaio occidentale e il Tamahagane

deux lames de sabres

Il ferro puro con pochissime impurità prodotto dal tradizionale processo siderurgico giapponese tatara è chiamato wako (acciaio giapponese), mentre il ferro con molte impurità come fosforo e zolfo prodotto dal moderno processo siderurgico occidentale (un processo siderurgico che utilizza il minerale di ferro come materia prima e produce una grande quantità di ferro applicando un elevato trattamento termico in una sola volta) è generalmente chiamato ferro occidentale.

Il fosforo e lo zolfo sono considerati impurità dannose che rendono il ferro fragile, anche in quantità minime, e se il ferro ne contiene grandi quantità, si arrugginisce facilmente e diventa fragile.

Ad esempio, esiste una testimonianza di un chiodo utilizzato nel tempio Horyu-ji a Ikaruga-cho, Ikoma-gun, prefettura di Nara, fin dalla sua fondazione: "Dopo più di 1.000 anni, se la ruggine superficiale viene tolta, il ferro all'interno non è arrugginito e può essere riutilizzato se martellato. I chiodi erano "chiodi a elica" in acciaio giapponese. Questa è una prova preziosa del fatto che i chiodi erano estremamente puri, con pochissime impurità, e quindi si arrugginivano molto poco.

Il Tamahagane è anche un ferro con pochissime impurità, il che spiega perché, a differenza delle spade di ferro occidentali, le spade si trovano nel loro stato originale, quasi senza ruggine. Per questo motivo il tamahagane è considerato un ferro di altissima qualità.

Il "mistero" del tamahagane, che neanche la scienza moderna riesce a risolvere

katana tenu dans mains

Le spade giapponesi sono realizzate con il metodo di fabbricazione del ferro tatara, tramandato fino ai giorni nostri. Tuttavia, il processo di fabbricazione delle spade veniva originariamente tramandato da una generazione all'altra e rimangono molti misteri sul processo di fabbricazione e sui materiali utilizzati.

Si dice che le spade antiche fossero realizzate con materiali diversi da quelli delle spade moderne, motivo per cui si dice che non esistono due spade uguali, anche con la tecnologia moderna. Il metodo di produzione del ferro tatara che è stato tramandato di generazione in generazione si basa su un metodo sviluppato dai fabbri del tardo periodo Edo, "Suishinshi Masahide", considerato il fondatore dello stile Shin-Shin-To.

Sciabole giapponesi con durezza superiore ai valori teorici

Il processo di fabbricazione di una spada giapponese si chiama "Tsukurikomi": un acciaio duro ad alto tenore di carbonio (kawagane), ottenuto mediante piegatura e forgiatura, viene avvolto attorno a un acciaio morbido a basso tenore di carbonio (shintetsu) per unirli. La combinazione di due materiali opposti, induriti dall'alto contenuto di carbonio e ammorbiditi dal basso contenuto di carbonio, è ciò che rende possibile la parte "infrangibile e indeformabile" di una spada giapponese. Si dice che sia inspiegabile che la durezza della lama della spada superi il valore teorico, indipendentemente da quanto la lama della spada sia stata sottoposta al processo di zokuri.

Si dice anche che la metallurgia non riesca a spiegare come il tamahagane "si attacchi" semplicemente appiattendolo, piegandolo e picchiettandolo. La temperatura del forno utilizzato per la produzione del ferro di tatara è inferiore a 1.500 gradi Celsius. Al contrario, nella lavorazione del ferro comune, la temperatura all'interno del forno deve essere molto più alta perché il ferro si attacchi, ed è troppo difficile ammaccarlo anche solo battendolo.

L'opera in ferro di Tatara è sopravvissuta alle crisi dell'esistenza e della morte, e ogni volta è stata tramandata ai nostri giorni con lievi modifiche nella sua forma. Anche se la scienza non è in grado di spiegarlo, i fabbri hanno imparato le tecniche con i loro occhi, le loro orecchie e i loro corpi e continuano a trasmettere le loro abilità alle generazioni future.

Le spade non sono armi, ma opere d'arte che ancora oggi affascinano le persone di tutto il mondo. Quando si ha l'opportunità di vedere una spada da vicino, bisogna apprezzarne appieno la bellezza, immaginando l'aspetto e i pensieri dei fabbri che l'hanno creata.

Le nostre Katane

Voir Tout
Salva €20,00
Katana Fuyu 冬Katana Fuyu 冬
Katana Fuyu 冬
Prezzo di venditaDa €230,00 Prezzo regolare€250,00
In magazzino
Katana Midori no yoru 緑の夜Katana Midori no yoru 緑の夜
Katana Midori no yoru 緑の夜
Prezzo di venditaDa €290,00
In magazzino
Katana Watatsumi 海神Katana Watatsumi 海神
Katana Watatsumi 海神
Prezzo di venditaDa €320,00
In magazzino
Katana Kuro 黒Katana Kuro 黒
Katana Kuro 黒
Prezzo di venditaDa €330,00
In magazzino
Katana Jin 寺院Katana Jin 寺院
Katana Jin 寺院
Prezzo di venditaDa €250,00
In magazzino
Katana Kangeki 感激Katana Kangeki 感激
Katana Kangeki 感激
Prezzo di venditaDa €280,00
In magazzino
Katana Murasaki 紫Katana Murasaki 紫
Katana Murasaki 紫
Prezzo di venditaDa €230,00
In magazzino
KATANA HEBI ヘビKATANA HEBI ヘビ
KATANA HEBI ヘビ
Prezzo di venditaDa €430,00
In magazzino
Katana Ōchō 王朝Katana Ōchō 王朝
Katana Ōchō 王朝
Prezzo di venditaDa €320,00
In magazzino
Katana Yoru 夜Katana Yoru 夜
Katana Yoru 夜
Prezzo di venditaDa €290,00
In magazzino
Katana Geiko 芸子Katana Geiko 芸子
Katana Geiko 芸子
Prezzo di venditaDa €280,00
In magazzino
Katana Hasunohana 蓮の花Katana Hasunohana 蓮の花
Katana Hasunohana 蓮の花
Prezzo di venditaDa €530,00
In magazzino