Tipi di spada giapponese utilizzati dai guerrieri samurai

I guerrieri samurai del Giappone feudale erano spadaccini molto abili e utilizzavano diversi tipi di spada in diverse situazioni di combattimento. Oltre a essere un'arma efficace, la spada samurai divenne un potente simbolo dello status sociale e della ricchezza del guerriero. La qualità della fabbricazione di queste spade ne accresceva ulteriormente il valore, trasformandole in opere d'arte.

Esploriamo i diversi tipi di spada utilizzati dai guerrieri samurai, le loro caratteristiche di design uniche e il loro uso storico in battaglia.

Chi erano i samurai ?

In origine, il termine "samurai" si riferiva specificamente ai guerrieri aristocratici giapponesi noti come "bushi". Nel corso del tempo, il termine si è esteso a tutti i membri della classe guerriera salita al potere nel XII secolo, quando fu istituita la prima dittatura militare del Paese, lo shogunato di Kamakura. I guerrieri samurai dominarono il governo e la società giapponese fino alla Restaurazione Meiji del 1868.

I guerrieri samurai erano i servitori dei daimyo, signori della guerra locali che esercitavano il controllo territoriale su varie terre del Paese. Combattevano per il daimyo in tempo di guerra e proteggevano le sue terre. I samurai sostenevano anche l'autorità dello shogun (capo militare dello shogunato), conferendogli un potere maggiore rispetto all'imperatore.

I samurai erano altamente addestrati nell'uso della spada, del tiro con l'arco e dell'equitazione. Nella cultura samurai, la spada non era solo un'arma, ma anche uno status symbol. La spada del samurai era molto apprezzata e spesso considerata come l'anima del guerriero. A differenza dei ninja, le spie e gli assassini del Giappone feudale, che consideravano il loro ninjato come una semplice arma o strumento.

Spade e pugnali usati dai guerrieri samurai

L'evoluzione della strategia militare ha creato la necessità di diversi tipi di spada adatti alle esigenze della guerra dei samurai. Queste spade si differenziavano per la lunghezza della lama, la curvatura, il design e la destinazione d'uso.

Tachi

Il tachi fu la prima spada ricurva di concezione giapponese. La sua lama lunga, profondamente ricurva e a un solo taglio era progettata per affettare. Un guerriero a cavallo la usava per sferrare colpi dall'alto con grande velocità. Veniva portata da un bordo all'altro e fissata all'esterno dell'armatura, richiedendo due movimenti per estrarre la spada e sferrare un colpo.

La spada tachi fu prodotta principalmente durante l'epoca Koto, dal X secolo al 1600. Queste spade lunghe hanno preceduto l'uchigatana o katana. In seguito, l'hardware di montaggio del tachi divenne troppo ingombrante, rendendolo poco pratico e scomodo per l'uso quotidiano, soprattutto quando non si indossava un'armatura o si era impegnati in attività regolari.

  • Anno di fondazione : a metà del periodo Heian (794 - 1185).
  • Lunghezza della lama : spada lunga con lama più lunga di 60 cm o 2 shaku.
  • Uso : è progettata per affettare, di solito a cavallo.
  • Caratteristiche : si porta alla cintura con il filo tagliente rivolto verso il basso.

Koshigatana

Koshigatana significa letteralmente "spada da fianco" o "coltello da vita", in quanto veniva indossato alla vita. Era il predecessore del pugnale tanto. Veniva utilizzata nel combattimento ravvicinato e come arma multiuso per i samurai di alto rango e accompagnava il tachi, noto come sashizoe. Quando combatteva a cavallo o in armatura, il samurai portava generalmente la koshigatana alla cintura, un tachi appeso alla vita e un arco in una mano.

Si sa che la koshigatana era in uso almeno dalla fine del periodo Heian, ma era più popolare durante i periodi Kamakura e Nanbokucho. In genere era priva di guardia (tsuba) in una montatura chiamata aikuchi, e la sua guardia (tsuka) non era avvolta, sia che fosse fatta di semplice legno, laccata o ricoperta da una pelle di razza. Inoltre, l'estremità del manico era sporgente verso l'alto e il menuki era appuntato direttamente sul manico.

  • Anno di fabbricazione : periodo Heian (794 - 1185)
  • Lunghezza della lama : pugnale con lama di lunghezza compresa tra 18 e 30 cm.
  • Uso : arma da combattimento e multiuso.
  • Caratteristiche : si indossa con un tachi, alla cintura.

Kodachi

Kodachi significa letteralmente piccolo tachi. Aveva la forma normale di un tachi ed era montato alla maniera di un tachi, indossato con il tagliente in fondo alla cintura, ma era più corto in lunghezza. Tuttavia, il suo scopo rimane sconosciuto. Probabilmente era una sciabola da affiancare al tachi di dimensioni normali o una sciabola destinata ai giovani samurai.

Il kodachi apparve probabilmente quando i nobili volevano lame più lunghe della koshigatana da portare in carrozza (kuruma), in carrozza o al capezzale per difendersi. Per questo motivo veniva chiamato anche kuruma-dachi e kuruma-gatana.

  • Anno di creazione : periodo Kamakura (1192 - 1333)
  • Lunghezza della lama : spada corta con lama di 60,6 cm o meno, o 2 shaku.
  • Uso : per autodifesa e come compagno del tachi.
  • Caratteristiche : spada corta portata con il filo tagliente rivolto verso il basso.

Odachi / Nodachi

Il termine odachi si riferisce a un tachi di dimensioni maggiori, noto anche come nodachi o spada da campo. La lunghezza della lama è molto superiore a quella delle spade portate alla cintura dai samurai. Alcune erano persino più lunghe dell'arma polare naginata, se si considera l'impugnatura. Per questo motivo i samurai le portavano sulla schiena, in mano o si facevano aiutare da un portatore d'armi per estrarle.

I samurai usarono gli odachi principalmente durante il periodo Nanbokucho, dal 1336 al 1392, poiché queste spade estremamente lunghe non erano adatte al combattimento ravvicinato. I fanti e i cavalieri le usavano sul campo di battaglia. Alcuni esemplari estremamente lunghi esistono ancora nei templi e nei santuari, ma venivano usati solo come offerte e non come armi da combattimento.

  • Anno di fondazione : periodo Nanbokucho (1336 - 1392)
  • Lunghezza della lama : un tachi sovradimensionato con una lama più lunga di 90 cm o 3 shaku, alcuni più lunghi di 120 cm.
  • Uso : spada da combattimento estremamente lunga e oggetto cerimoniale.
  • Caratteristiche : lama estremamente lunga

Nagamaki

Da non confondere con l'arma bianca naginata, il nagamaki si riferisce alla spada giapponese con un codolo e un'impugnatura extra-lunghi, spesso lunghi quanto la lama. Il termine nagamaki si traduce con "elsa lunga". I fanti la usavano per abbattere i cavalli e l'arma era progettata per sferrare grandi colpi di taglio e di taglio.

Alcuni esperti ritengono che il nagamaki si sia evoluto dall'odachi del periodo Nanbokucho e abbia raggiunto il suo apogeo durante il successivo periodo Muromachi. La parte inferiore della lama dell'odachi, spesso smussata, veniva avvolta per allungare l'impugnatura. I guerrieri samurai lo usavano come una spada, con le mani tenute in posizione fissa, a differenza delle pistole, che richiedevano una posizione sempre diversa delle mani.

  • Anno di creazione : periodo Muromachi (1338 - 1573)
  • Lunghezza della lama : circa 90 cm o 3 shaku
  • Uso : per combattere e macellare i cavalli
  • Caratteristica : impugnatura extra-lunga, spesso lunga quanto la lama stessa.
    .

Katana

La spada più popolare della storia giapponese, la katana era la spada lunga dei samurai. Come il tachi, la katana è una spada a taglio singolo con lama ricurva, ma la sua curvatura è meno pronunciata di quella del tachi. Veniva indossata infilata nella cintura obi, con il filo tagliente rivolto verso l'alto, in modo da poterla estrarre e utilizzare immediatamente per tagliare.


Durante i periodi Shinto (Nuove Spade) e Shinshinto (Nuove Spade), la katana sostituì completamente il tachi. Veniva utilizzata sia come arma letale sia come distintivo di rango per i samurai, poiché le persone non appartenenti alla classe dei samurai non erano autorizzate a portare la spada lunga. Oggi le lame di katana sono ancora apprezzate per le loro caratteristiche artistiche, in particolare per il motivo hamon visibile sul bordo.

  • Anno di fondazione : Tardo periodo Muromachi (1338 - 1573)
  • Lunghezza della lama : spada lunga con lama di oltre 60 cm o 2 shaku.
  • Utilisation : è progettata per tagliare, soprattutto nel combattimento a piedi.
  • Caratteristiche : si indossa alla cintura, con il filo tagliente rivolto verso l'alto.

Wakizashi

Il wakizashi era la spada corta e l'arma di emergenza dei samurai. Veniva indossata sulla cintura obi, con il filo tagliente rivolto verso l'alto. Particolarmente adatta al combattimento ravvicinato e contro armi più lunghe come le lance, veniva indossata dai samurai vestiti con armature e abiti formali giapponesi.

Per le lame wakizashi si usano termini specifici: ko-wakizashi (wakizashi corto) e o-wakizashi (wakizashi lungo). Durante il periodo Edo, il wakizashi corto era utilizzato come arma di autodifesa anche da altri gruppi sociali, in particolare dagli abitanti delle città e dai mercanti.

  • Anno di fondazione : Tardo periodo Muromachi (1338 - 1573)
  • Lunghezza della lama : spada corta con lama di oltre 30 cm (12 in) o 1 shaku e meno di 60 cm (24 in) o 2 shaku.
  • Uso : arma di difesa personale e spada secondaria.
  • Caratteristiche : si porta alla cintura con il filo tagliente rivolto verso l'alto.

Tanto

Tanto è un termine generico per indicare un pugnale giapponese. Sono disponibili in varie forme e dimensioni, ma in genere hanno una lama a taglio singolo di meno di 30 centimetri. Alcuni, tuttavia, hanno una lama a doppio taglio. Era l'arma di ultima istanza prima che a un guerriero samurai non rimanessero che le mani nude. I samurai tradizionalmente portavano il pugnale alla cintura quando indossavano l'armatura.

Se vi piace il Tanto, potreste anche scoprire il coltello da sopravvivenza, anch'esso molto usato in Giappone.
.

Il tanto veniva utilizzato per il seppuku o il suicidio rituale per evitare la cattura dopo una sconfitta sul campo di battaglia. Inizialmente utilizzato come arma pratica, il tanto è stato poi trasformato in una lama decorativa, con la stessa maestria delle spade giapponesi. Le montature variano: l'hamidashi incorpora un piccolo guardamano (tsuba), mentre l'aikuchi è privo di guardamano.

  • Anno di fondazione : periodo Heian (794 - 1185).
  • Longueur de la lame : pugnale con lama più corta di 30,3 cm o 1 shaku.
  • Usn : usato per il seppuku o per l'auto-eviscerazione cerimoniale.
  • Caratteristica : lama corta e di dimensioni simili a quelle di un pugnale.

Le nostre Katane

Voir Tout
Salva €20,00
Katana Fuyu 冬Katana Fuyu 冬
Katana Fuyu 冬
Prezzo di venditaDa €230,00 Prezzo regolare€250,00
In magazzino
Katana Midori no yoru 緑の夜Katana Midori no yoru 緑の夜
Katana Midori no yoru 緑の夜
Prezzo di venditaDa €290,00
In magazzino
Katana Watatsumi 海神Katana Watatsumi 海神
Katana Watatsumi 海神
Prezzo di venditaDa €320,00
In magazzino
Katana Kuro 黒Katana Kuro 黒
Katana Kuro 黒
Prezzo di venditaDa €330,00
In magazzino
Katana Kangeki 感激Katana Kangeki 感激
Katana Kangeki 感激
Prezzo di venditaDa €280,00
In magazzino
Katana Jin 寺院Katana Jin 寺院
Katana Jin 寺院
Prezzo di venditaDa €250,00
In magazzino
Katana Murasaki 紫Katana Murasaki 紫
Katana Murasaki 紫
Prezzo di venditaDa €230,00
In magazzino
KATANA HEBI ヘビKATANA HEBI ヘビ
KATANA HEBI ヘビ
Prezzo di venditaDa €430,00
In magazzino
Katana Ōchō 王朝Katana Ōchō 王朝
Katana Ōchō 王朝
Prezzo di venditaDa €320,00
In magazzino
Katana Yoru 夜Katana Yoru 夜
Katana Yoru 夜
Prezzo di venditaDa €290,00
In magazzino
Katana Geiko 芸子Katana Geiko 芸子
Katana Geiko 芸子
Prezzo di venditaDa €280,00
In magazzino
Katana Hasunohana 蓮の花Katana Hasunohana 蓮の花
Katana Hasunohana 蓮の花
Prezzo di venditaDa €530,00
In magazzino