Qual è la spada giapponese usata nella Seconda Guerra Mondiale?

Le spade giapponesi sono alcune delle armi da taglio più iconiche del mondo. Dal Tachi ricurvo alla leggendaria Katana, queste spade non sono solo strumenti mortali ma anche opere d'arte ipnotiche.

Purtroppo, la scomparsa dei samurai nell'era Meiji ha visto queste armi passare in secondo piano rispetto al più letale fucile. Tuttavia, durante la Seconda Guerra Mondiale gli ufficiali dell'esercito giapponese brandirono le spade. Cosa è successo? Unisciti a noi nell'esplorazione della rinascita della spada giapponese, compresa la spada giapponese utilizzata nella Seconda Guerra Mondiale.

Capire le spade giapponesi della Seconda Guerra Mondiale

L'apprezzamento delle spade giapponesi della Seconda Guerra Mondiale inizia con un ripasso della storia. Inizieremo con il periodo Meiji.

Questo periodo della storia giapponese segna il perseguimento di riforme sociali, politiche ed economiche da parte della nazione. Aprì il Giappone alle usanze e alle tecnologie occidentali, permettendo al Paese di passare dal sistema feudale alla modernità.

Secondo gli storici, il periodo Meiji ha gettato le basi per l'ascesa del Giappone sulla scena internazionale come grande potenza.

Le riforme richiesero ai giapponesi di abbandonare le vecchie abitudini e di abbracciare le nuove, tra cui quella di dimenticare la spada come strumento di distruzione per eccellenza. L'editto Haitorei rese illegale il porto e l'esibizione di spade (soprattutto katane) in pubblico. Per molti giapponesi si trattò di un'amara decisione difficile da digerire.

japanese sword used in ww2

Il periodo Meiji di restaurazione, riforma e modernizzazione del Giappone. Foto del Japan Times.

Sebbene la marcia del Giappone verso l'era moderna abbia spinto a rivedere le sue capacità militari, alcuni dei vertici dell'esercito hanno tratto ispirazione da tradizioni millenarie. Sebbene la Katana non sia all'altezza di un fucile del XX secolo, la spada giapponese occupa un posto speciale nell'identità della nazione.

Per questo motivo, l'esercito imperiale giapponese, in continua espansione, ha cercato di differenziare i suoi ufficiali dai comuni fanti e marinai. La risposta è una sola: la spada. I capi militari giapponesi possono avere opinioni diverse, ma condividono un attributo: devono tutti portare una spada giapponese.

Sfortunatamente, la crescita dell'esercito giapponese poneva diversi problemi per quanto riguardava le capacità di fabbricazione delle spade.

La domanda supera l'offerta

I katana-kaji tradizionali impiegano molti mesi per forgiare una singola katana. Anche se all'inizio del XX secolo esistevano molte scuole di spada in tutto il Giappone, il processo di forgiatura insolitamente lungo significava che potevano sfornare solo poche spade alla volta.

I fabbri non riuscivano a tenere il passo con il crescente numero di ufficiali militari giapponesi che richiedevano spade.

Qualità della spada compromessa

Soddisfare la domanda di spade per ufficiali era necessario per gli obiettivi dell'esercito imperiale giapponese. Per questo motivo, impiegarono altri artigiani della lama per fabbricare spade giapponesi. Sebbene questi artigiani forgiassero anche utensili con lame, le loro conoscenze e abilità nella fabbricazione di spade sono discutibili.

Prodotto a macchina vs. Tradizionale forgiato a mano

La forgiatura a mano di una spada giapponese richiede molte settimane o mesi. Per un esercito in crescita, è necessario un sistema di produzione di spade più efficiente. Per questo motivo, la maggior parte degli ufficiali militari giapponesi (soprattutto i gradi medio-bassi) utilizzava spade prodotte a macchina.

Gli ufficiali di alto rango optarono per le tradizionali spade forgiate a mano. Ad esempio, il cervellone di Pearl Harbor e Midway, l'ammiraglio Isoroku Yamamoto, portava la katana Amada Sadayoshi Gensui.

Spade giapponesi utilizzate nella Seconda Guerra Mondiale

I capi militari giapponesi della Seconda Guerra Mondiale portavano una delle due classi generali di spade: Kyu Gunto e Shin Gunto.

Kyu Gunto

Molti traducono Kyu Gunto come "vecchia spada militare". Queste armi a lama utilizzate dai capi militari giapponesi nella Seconda Guerra Mondiale sono state prodotte tra il 1875 e il 1934.

Poiché il Giappone entrò in guerra anche con la Cina (1894-1895) e con la Russia (1904-1905), molti storici chiamano i Kyu Gunto rispettivamente spade della guerra sino-giapponese e spade della guerra russo-giapponese.

La Murata-to è la spada giapponese Kyu Gunto per eccellenza, utilizzata nella Seconda Guerra Mondiale.

Murata-to

Esistono poche informazioni sulle origini di questa leggendaria spada giapponese utilizzata nella Seconda Guerra Mondiale, tranne che si tratta di un'idea del Maggiore Generale di Fanteria dell'Esercito Imperiale Giapponese Murata Tsuneyoshi, che era anche un Danshaku o un membro della Nobiltà Giapponese.

Nel 1875 Murata studiò le moderne tecniche di artiglieria e la tecnologia delle armi da fuoco in Francia, Norvegia, Svezia, Germania e Paesi Bassi. Utilizzò le sue conoscenze per sviluppare il primo fucile d'ordinanza prodotto localmente in Giappone, il Murata.

Durante la sperimentazione di diversi metalli per i componenti del fucile, Murata estese i test a vari metalli per le spade. Sebbene nessuno sia riuscito a individuare le caratteristiche metallurgiche precise della Murata-to (spada di Murata) che ne risultò, gli spadaccini notarono come la creazione di Murata fosse migliore di quella di Masamune o di Muramasa.

La Murata-to era più leggera delle lame europee, ma tagliava e fendeva meglio. Tuttavia, il primo Murata-to era ancora troppo pesante per l'ufficiale giapponese medio.

Gli sviluppi successivi avrebbero reso la spada leggermente più leggera, rendendo il Murata-to un capo indispensabile per gli ufficiali dell'esercito imperiale giapponese.

Sfortunatamente, la miscela di metalli si allontanò molto dalla tradizionale katana in acciaio Tamahagane, venerata nel Giappone feudale. Per questo motivo, molti puristi della spada non considerano la Murata-to una "vera" spada giapponese.

WW2 Japanese swords

Una spada giapponese Murata-to usata nella Seconda Guerra Mondiale. Foto di Jim Manley.

Sebbene il Murata-to fosse emblematico delle spade giapponesi prima della Seconda Guerra Mondiale, le singole lame variavano notevolmente.

I produttori creavano spade solo in piccoli lotti, spesso non superiori a 25 spade, per mantenere il più possibile l'eredità della cultura della spada giapponese. Alcuni forgiavano le lame in base ai gradi militari, altri in base alla ricchezza.

Molti Murata-to si ispiravano alle spade del Giappone feudale, mentre altri presentavano stemmi e simboli familiari. Alcuni Murata-to incorporavano elementi artistici, tra cui cloisonné in stile europeo, argenteria, pittura, lavori in metallo e giada.

Vale la pena notare che il Kyu Gunto è diverso dalle leggendarie Katane forgiate a mano del Giappone feudale. Il suo stile è simile alle spade da cerimonia americane ed europee, con un Sori (curva) meno pronunciato rispetto alla Katana tradizionale. Il Saya (fodero della spada) era cromato e l'acciaio divenne il materiale preferito per il Saya nel 1900.

La differenza più evidente è il guardamano. La Katana tradizionale ha una Tsuba a forma di disco, mentre il Kyu Gunto ha una guardia a D (come le spade occidentali).

Sebbene le Kyu Gunto siano spade antecedenti alla Seconda Guerra Mondiale, molti ufficiali dell'esercito imperiale giapponese (soprattutto alti funzionari) le usavano ancora durante la Seconda Guerra Mondiale.

Shin Gunto

Le spade giapponesi forgiate entro dieci anni dal 1935 sono le Shin Gunto o "nuove spade militari". Se le spade Kyu Gunto avevano influenze più europee e americane nel loro stile, le spade Shin Gunto evidenziavano il ritorno allo stile Tachi del periodo Kamakura (il diretto predecessore della katana). Per questo motivo, il Sori (curva) era più pronunciato e la Nagasa (lama) era più lunga della katana.

Il cambiamento nella filosofia di fabbricazione delle spade, il cosiddetto "ritorno alle origini", è il riflesso del crescente nazionalismo delle forze armate imperiali giapponesi. Le conquiste sui cinesi e sui russi all'inizio del secolo hanno rafforzato l'esercito giapponese.

Come le spade Kyu Gunto, anche le Shin Gunto avevano stili diversi che raffiguravano i gradi militari. Ad esempio, i generali del Giappone imperiale avevano Shin Gunto con nappe dorate e rosso-marroni, mentre gli ufficiali di campo (cioè colonnelli e maggiori) avevano Shin Gunto con nappe marroni e rosse.

Gli ufficiali di compagnia (capitani e tenenti) avevano nappe marroni e blu, mentre i sottufficiali (sergenti e caporali) avevano nappe marroni.

L'Arsenale navale di Toyokawa, nell'attuale prefettura di Aichi, produceva la maggior parte delle spade Shin Gunto che sarebbero entrate in azione nella Seconda guerra mondiale. Allo scoppio della Seconda Guerra Mondiale erano comuni quattro tipi di spade Shin Gunto.

Tipo 94 - Kyuyon-shiki

Il Kyuyon-shiki Gunto o Tipo 94 sostituì il Kyu Gunto nel 1934. Si trattava di un salto radicale rispetto alla precedente spada giapponese, perché abbandonava gli elementi di design prevalentemente occidentali per simboli più nazionalistici.

Il Tipo 94 ricordava le katane dei samurai, ma con elementi più artistici e raffinati. Ad esempio, lo tsuka (elsa o impugnatura) presentava una combinazione di involucri di seta tradizionale e pelle di razza.

I progettisti di spade hanno rimosso la guardia a D del Kyu Gunto e hanno ripristinato l'iconico Tsuba a forma di disco della katana, ma con il fiore di ciliegio. Il fiore giapponese adornava anche i pomelli del Kyuyon-shiki (Kashira e Fuchi) e altri ornamenti della spada (Menuki).

Sebbene la maggior parte delle spade giapponesi prima della Seconda Guerra Mondiale fosse dotata di Saya (foderi) in acciaio, il Tipo 94 aveva un rivestimento interno in legno per proteggere il Nagasa. Inoltre, il Saya aveva due supporti in ottone ed era dipinto di marrone per farlo assomigliare a un Saya tradizionale in legno. Il fodero era ornato con disegni di fiori di ciliegio.japanese wwii sword

Una spada giapponese Kyuyon-shiki (Tipo 94) usata nella Seconda Guerra Mondiale. Foto di St. Croix Blades.

Tipo 95 - Kyugo-shiki

Solo i sottufficiali dell'Esercito Imperiale Giapponese usavano il Kyugo-shiki durante la Seconda Guerra Mondiale. Il Tipo 95 si distingue dal Tipo 94 per il suo Bohi profondo e per i numeri arabi sul Nagasa.

Uscite nel 1935, le spade Kyugo-shiki avevano lame fatte a macchina, anche se assomigliavano ancora alle spade degli ufficiali dell'esercito imperiale giapponese. I produttori di spade giapponesi dell'epoca incorporarono nella Type 95 uno Tsuba in ottone e uno Tsuka (elsa) in alluminio o rame, per renderla identica alla Type 94.

Japanese Sword Used in WW2

Una spada giapponese Kyugo-shiki (Tipo 95) per sottufficiali. Foto di Boonie Stomper.

Tipo 98 - Kyuhachi-shiki

Quattro anni dopo l'uscita del Type 94, i produttori di spade giapponesi introdussero il Kyuhachi-shiki. La versione iniziale del Tipo 98 era quasi identica al Tipo 94, tranne che per la mancanza del punto di montaggio del fodero.

Dal 1938 al 1945, il Kyuhachi-shiki subì diverse trasformazioni. Questi cambiamenti non avevano nulla a che fare con un cambiamento nella filosofia di costruzione delle spade giapponesi, ma piuttosto con la diminuzione delle risorse, mentre la Seconda Guerra Mondiale raggiungeva il suo culmine.

I modelli successivi del Tipo 98 erano dotati di Saya in legno, ma sempre dipinti di marrone. Gli ornamenti in ottone furono attenuati o eliminati del tutto. Anche i componenti in ferro annerito e i raccordi in rame a basso costo erano presenti nei modelli successivi.

Japanese Sword Used in WW2

Una spada giapponese Kyuhachi-shiki (tipo 98). Foto di Epic Artifacts.

Kaigunto

Gli Shin Gunto di tipo 94, 95 e 98 sono destinati all'esercito imperiale giapponese. Lo Shin Gunto degli ufficiali della marina era il Kaigunto. A differenza delle loro controparti dell'esercito, gli ufficiali della Marina imperiale giapponese portavano spade più eleganti, tra cui una Saya blu scuro o laccata di nero con un rivestimento in pelle di razza.

La maggior parte delle spade Kaigunto proveniva dal Tanrenjo di Tenshozan, anche se alcune provenivano dall'Arsenale navale di Toyokawa.

japanese swords used in wwii

Un Kaigunto per l'ufficiale della Marina giapponese. Foto dell'Australian War Memorial.

Il bilancio

Una spada giapponese usata nella Seconda Guerra Mondiale era più cerimoniale (o ornamentale) che una leggendaria arma da taglio (a differenza della mitica katana del Giappone feudale). Esporre queste spade in Giappone è illegale perché il governo non le riconosce come "vere" spade giapponesi. Tuttavia, il resto del mondo ama questi strumenti a lama come "inestimabili oggetti da collezione".

Le nostre Katane

Voir Tout
Salva €20,00
Katana Fuyu 冬Katana Fuyu 冬
Katana Fuyu 冬
Prezzo di venditaDa €230,00 Prezzo regolare€250,00
In magazzino
Katana Midori no yoru 緑の夜Katana Midori no yoru 緑の夜
Katana Midori no yoru 緑の夜
Prezzo di venditaDa €290,00
In magazzino
Katana Watatsumi 海神Katana Watatsumi 海神
Katana Watatsumi 海神
Prezzo di venditaDa €320,00
In magazzino
Katana Kuro 黒Katana Kuro 黒
Katana Kuro 黒
Prezzo di venditaDa €330,00
In magazzino
Katana Kangeki 感激Katana Kangeki 感激
Katana Kangeki 感激
Prezzo di venditaDa €280,00
In magazzino
Katana Jin 寺院Katana Jin 寺院
Katana Jin 寺院
Prezzo di venditaDa €250,00
In magazzino
Katana Murasaki 紫Katana Murasaki 紫
Katana Murasaki 紫
Prezzo di venditaDa €230,00
In magazzino
KATANA HEBI ヘビKATANA HEBI ヘビ
KATANA HEBI ヘビ
Prezzo di venditaDa €430,00
In magazzino
Katana Ōchō 王朝Katana Ōchō 王朝
Katana Ōchō 王朝
Prezzo di venditaDa €320,00
In magazzino
Katana Yoru 夜Katana Yoru 夜
Katana Yoru 夜
Prezzo di venditaDa €290,00
In magazzino
Katana Geiko 芸子Katana Geiko 芸子
Katana Geiko 芸子
Prezzo di venditaDa €280,00
In magazzino
Katana Hasunohana 蓮の花Katana Hasunohana 蓮の花
Katana Hasunohana 蓮の花
Prezzo di venditaDa €530,00
In magazzino